Algoritmo

 

Sequenza ordinata e finita di passi (operazioni o istruzioni) elementari che conduce ad un ben determinato risultato in un tempo finito

 

Capire, raccontare e commentare l’arte contemporanea. Vivere l’arte degli ultimi decenni. Parlare dell’oggi nelle sue forme espressive più evidenti.

Comunità e non community.

Analogico e non digitale. Reale, fatto di carne, idee, visioni.

Algoritmo è una comunità.

E’ gli artisti e critici che scelgono di esserci per incontrarsi, trovarsi e ritrovarsi, per mettersi in gioco creando, con ogni mezzo, in ogni modo.

Insieme, perché Algoritmo è fatto di persone che creano legami da cui traggono valore, emozione, ispirazione; che non hanno paura di guardare al presente e al futuro, di usare la propria arte e idee per provare a comprenderli, a raccontarli in modo diverso, unico.

Algoritmo è un centro di gravità, una forza attrattiva, seducente, potente , che richiama a sé le voci del nostro tempo affinché raccontino e si raccontino, per ridefinire l’arte facendo arte, parlando di arte, amando l’arte. Rivelandola a un pubblico sedotto da atmosfere, luoghi e persone.

Algoritmo è il luogo, lo spazio e il tempo dove si  accolgono le voci della contemporaneità e le si invita a darsi un senso, magari a darlo al mondo.

A scendere in piazza e sedersi su una scalinata di pietra, o entrare dentro una ex chiesa, per essere se stessi, per condividere, per donare e allo stesso tempo arricchirsi.

Esserci, per darsi e dare un senso. Per infettare il mondo con nuove idee. Idee delle quali c’è disperato bisogno.

Centro per un punto di vista privilegiato sul contemporaneo, coinvolgendo anche alcune delle presenze del territorio della Tuscia, ma dando soprattutto uno sguardo globale e cercando  un metodo di confronto i diversi personaggi che compongono il circolo dell’arte.

Talk, performance e installazioni, questo è Algoritmo.

A cura di Serena Achilli

 

Chi ha partecipato

Beppe Calgaro   Massimiliano Capo   Helmut Pizzinini

Massimo De Giovanni    Davide Dormino    Maddalena Mauri

Gino Sabatini Odoardi    Raul     James P. Graham

Wim Delvoje (‘TIM’ 2006-2008)

Marcello Mantegazza Paolo Buggiani

Simone Cametti  Nicola Di Croce  Silvia Giambrone

Marco Grimaldi  Luca Padroni   Alessandro Valeri

 

Barbara Martusciello     Matteo Boetti   Andrea Bizzarro

Gianluca Marziani        Antonio Arevalo

Simona Gavioli     Francesca Meli Balbocchino

Gian Maria Cervo  Filippo Rossi   Sergio Ragone

Alessio Jacona   Marcello Carriero    Paolo Crepet

Andrea Alessi   Giovanni Boccia Artieri   Alberto Dambruoso   Iginio De Luca

Giorgio de Finis    Lorenza Fruci    Stefano Monti    Federico Palmaroli

Antonio Pavolini   Antonio Rocca   Marco Trulli   Sabrina Vedovotto

 

Chi ci ha sostenuto

Regione Lazio

Comune di Bagnoregio

Confartigianato

3)5 ArteContemporanea (Villa Lais)

Tuscia Petroli

MeddImm immobiliare

Laurus Sport

Vini Pacchiarotti

Osteria del Vecchio Orologio

 

Collaborazioni con

 

SetUp Art Fair , Bologna 2016

http://www.setupcontemporaryart.com/2016/setup-2016/programma-culturale/talk/

 

SetUp Art Fair, Bologna 2017

http://www.setupcontemporaryart.com/2017/setup-2017/programma-culturale/

 

Urban Vision Festival e Museo della città di Acquapendente (VT) luglio 2017